10
Mag

Quadri vegetali stabilizzati, tutto quello che c’è da sapere

Nell’ultimo periodo, stanno spopolando i quadri vegetali stabilizzati. Si tratta di una vera e propria opera di design per gli amanti dell’arredamento anticonvenzionale. Ovviamente come dice stesso la parola, si tratta di rappresentazioni di alberi, fiori e piante su tele che però non vengono dipinte con i colori ma con una vegetazione reale. Per raggiungere questo effetto particolare però, è necessario sottoporre il tutto ad un particolare processo che renderà le piante, gli alberi o i fiori scelti sempre freschi e belli da vedere. Si tratta proprio del processo di stabilizzazione che permetterà di non dover sempre innaffiare l’opera.

Uno dei principali vantaggi dell’avere dei quadri stabilizzati nella propria abitazione, è senza dubbio quello di poter vantare di un’opera molto particolare e sicuramente bella da vedere. Si tratta di un qualcosa di molto innovativo e che man mano sarà sempre più diffuso, soprattutto negli uffici e nella case in cui le opere di design regnano sovrane. Hanno sicuramente degli impatti visivi positivi e molto forti ma soprattutto, sono sicuri e svolgono anche un’azione fonoassorbente. Ovviamente tutto questo sempre se ci si affida a degli esperti del settore. Dunque, riescono anche a ridurre l’inquinamento acustico se fatti nel modo giusto.

Come stabilizzare un quadro vegetale?

Può sembrare strano e soprattutto qualcosa di veramente difficile ma per avere un quadro vegetale stabilizzato, non bisogna fare grossi giri di parole e soprattutto non è come sembra. Bisogna partire però dal presupposto che questi vegetali stabilizzati grazie al processo in questione, potranno durare per circa 10 anni e non richiederanno alcun tipo di attenzione o manutenzione. È proprio questo il bello. Per avere un quadro vegetale stabilizzato, è quindi necessario sottoporre le piante, i fiori o gli alberi scelti, ad una specie di imbalsamazione. Questa avverrà grazie a dei prodotti particolari, una miscela naturale a base di glicerina che donerà luminosità e soprattutto sostituirà la linfa vitale delle piante scelte.

Dopo tutto questo quindi, si potrà procedere con la forma desiderata e la realizzazione del quadro vegetale. Si tratta di opere davvero particolari che appariranno sempre lucenti ma anche molto trendy, questo perché si tratta di una tecnica che ha visto la luce da circa una decina di anni ed è in grado di offrire dei prodotti di design spettacolari. Che si tratti quindi di un tipo di arredamento, di pareti, oppure ancora di piccole sculture, non c’è alcuna differenza, la stabilizzazione darà un effetto “sempre verde” e soprattutto luminoso.

Quadri vegetali stabilizzati: come scegliere quello giusto

La scelta di un quadro vegetale stabilizzato può essere difficoltosa, soprattutto se sono tante le idee che si hanno in mente per il proprio appartamento. Bisogna però considerare anche tutto ciò che andrà a circondare questa meravigliosa opera ed è proprio per questo che si consiglia sempre di rivolgersi ad esperti del settore. VDA Borella infatti, è un’azienda davvero specializzata e riesce sempre ad accontentare al meglio ogni cliente. I quadri vegetali stabilizzati infatti, sono spesso su richiesta ed è qui che sarà poi la fantasia e la capacità dell’artigiano a far prendere forma a questa meravigliosa opera.

Se non si sa come scegliere un bel quadro vegetale e come e quale tipologia di pianta stabilizzare, può essere utile rivolgersi ad un interior design. Questi infatti, aiuterà senza dubbio a trovare la giusta soluzione senza cadere nell’eccesso. Si possono scegliere anche più tipologie di piante e fiori, non è detto che per ogni quadro vegetale stabilizzato ci sia un’unica opportunità. Ovviamente più le dimensioni aumentano e più le piante possono essere grandi, oppure al contrario, per piccoli spazi, si consiglia di scegliere delle piante o dei fiori che possano donare un tocco di eleganza ma con delicatezza e con piccole dimensioni.

A questo punto non resta che farsi un’idea a magari procedere con una visita sullo shop online per magari scegliere un prodotto vegetale stabilizzato o perché no, iniziare a capire come posizionare al meglio una di queste opere di design innovative all’interno della propria abitazione. Si potrà anche considerare di allestire un’intera parete se proprio è di gradimento. Insomma, con i quadri vegetali stabilizzati non c’è assolutamente limite alla fantasia, anzi, più si sperimenterà e più il risultato sarà speciale.